Le prime case stampate in 3D sorgeranno a Eindhoven: ecco il progetto

La stampa in 3D è ormai diventata una pratica ampiamente diffusa, che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi anni dapprima attraverso la stampa di piccoli oggetti fino ad arredi, sedie, poltrone e tavoli. D’altronde lo sviluppo di nuove tecnologie e di nuovi metodi di produzione e progettazione sta interessando anche il mondo del design e dell’architettura, creando elementi funzionali dall’estetiche del tutto inedite, dalle forme inusuali e dai colori nuovi. Abbiamo parlato dell’impatto delle nuove tecnologie del design, in particolare dell’intelligenza artificiale, nel nostro articolo dedicato all’A.I. Design che trovate qui di seguito.

Intelligenza artificiale e design: l’A.I. Design

Costruire case in 3D: da utopia a realtà

Ma fin dove sta arrivando la progettazione e la costruzione in 3D? Potenzialmente la ricerca non ha confini e non è un caso se recentemente la Eindhoven University of Technology ha diffuso i dettagli di un progetto che prenderà il via nel 2019 e che ha un sapore decisamente avveniristico. Frutto di anni di studio e innovazione, il team della facoltà di tecnologia della città olandese, in collaborazione con diverse imprese come Van Wijnen, Vesteda, Saint Gobain-Weber Beamix e la società di ingegneria Witteveen + Bos, ha annunciato l’intenzione di stampare una serie di case in 3D in cemento e che saranno rese disponibili per essere affittate.

foto case stampate 3d eindhoven

Il progetto, chiamato Project Milestone, rappresenta la prima realizzazione al mondo nell’edilizia abitativa basata sulla stampa 3D in cemento. Non saranno dei prototipi ma si tratterà di vere e proprie case abitabili, anche multi-piano, che soddisferanno tutte le moderne esigenze di comfort e di divisione equa degli spazi; questo progetto getterà le basi per nuove frontiere nella ricerca legata alla stampa 3D in cemento e aprirà la strada a nuovi modi di costruire anche in larga scala e soprattutto in maniera decisamente più rapida.

Come verrà realizzato il Project Milestone?

Dal punto di vista operativo, secondo quanto fatto sapere dai responsabili del progetto, le abitazioni saranno costruite attraverso dei moduli, composti da pareti irregolari e complessi decori architettonici. Ogni modulo verrà stampato nella sede dell’Università di Eindhoven (con delle sofisticate macchine per la stampa 3D in cemento – esempio nella foto di seguito) e poi sarà trasportato nel cantiere, che sorgerà nel quartiere di Meerhoven (a ovest della città), per essere assemblato insieme agli altri pezzi.

foto stampante 3d cemento

L’obiettivo è, però, quello di riuscire a produrre i moduli direttamente in loco, in maniera progressiva, imparando dall’esperienza della costruzione delle prime case per perfezionare la tecnica e il materiale secondo i feedback registrati durante i lavori.

Saranno in totale cinque gli edifici del Project Milestone, la cui ultimazione è prevista per il termine del 2019. Il primo dei cinque ad essere realizzato sarà pronta per essere abitata già entro i primi mesi del 2019; sarà un bungalow a un piano con tre camere da letto. Le altre strutture che sorgeranno nell’area si innalzeranno invece su più piani.

“Il design delle case si sviluppa su blocchi irregolari immersi in un paesaggio verde”, fa sapere l’università. “La forma irregolare degli edifici sfrutta la capacità della stampa 3D di poter realizzare qualsiasi forma in maniera funzionale ed esteticamente perfetta”.

Un importantissimo vantaggio della costruzione di case in 3D è la sostenibilità. I progettisti hanno infatti spiegato come sia necessario molto meno cemento di quanto se ne utilizza per la realizzazione di una normale casa e ciò riduce sensibilmente le emissioni di CO2 originate dalla produzione proprio del cemento stesso.

Eindhoven si conferma pioniere del design innovativo

Sede della University of Technology, Eindhoven si è da sempre distinta per essere la patria del design innovativo, della sperimentazione e dell’innovazione tecnologica. Ospita aziende di diversi settori industriali come Philips, Philips Design e DAF e una delle scuole di design più importanti d’Europa, la Design Academy EindhovenTutte peculiarità emerse durante l’ultima edizione della Dutch Design Week 2017, che abbiamo ampiamente documentato nell’articolo che trovate QUI.

Per quanto riguarda la costruzione edilizia in 3D, Eindhoven (e l’Olanda in generale) non è affatto nuova a progetti di questo tipo. Attraverso la stampa 3D in calcestruzzo, il gruppo di lavoro che sta curando il Project Milestone ha recentemente stampato il primo ponte in calcestruzzo stampato in 3D per ciclisti, nel villaggio di Gemert; a qualche anno fa risale la micro-casa di Amsterdam stampata in 3D da DUS Architects e un progetto di casa stampata in 3D della Cybe Construction, specializzata in questo tipo di edilizia.

Se fino a oggi era lecito pensare a vere e proprie case stampate in 3D come un’utopia, possiamo stare certi che a partire dal 2019 questa nuova pratica edilizia diventerà realtà. Curiosi di vedere come saranno?

I nostri ultimi articoli sul nostro blog talking about. Seguiteci sui social per non perdere le ultime news su design, architettura e sui trend del momento. Siamo su Facebook, Instagram, LinkedIn, Pinterest YouTube!