Loving Vincent: il film evento su Van Gogh, tra arte pittura e tecnologia

Loving Vincent, la replica il 20 Novembre 2017

[Aggiornamento] Dopo l’enorme successo di Ottobre, Loving Vincent il film-evento su Van Gogh, sarà riproposto in tutte le principali sale cinematografiche il 20 Novembre 2017. Di seguito l’articolo scritto in occasione della prima proiezione del 16 Ottobre.


Dopo un mese di Settembre ricco di appuntamenti dedicati al design e all’arte, in cui Tosilab si è resa protagonista partecipando al Cersaie 2017 e alla Bologna Design Week, con spazi dedicati al well-being che hanno riscosso un grande successo (Scopri di più). Ma quando è il cinema ad incontrare l’arte il risultato è ancora più sorprendente, un concentrato di storia ed emozioni che solo un connubio di questo genere può regalare.  È in uscita nelle sale italiane Loving Vincent, il film su Vincent van Gogh, che ha recentemente ottenuto il premio del pubblico al Festival d’Annecy 2017 (il festival internazionale del film d’animazione). Per alcuni considerato come un martire dell’arte in lotta contro le convenzioni, per altri un artista folle, la vita di Vincent van Gogh è ricca di mistero e tragedia e viene raccontata, attraverso la sua arte, in questo film-evento in programma nei giorni 16-17-18 ottobre.

Si tratta di un film d’animazione molto particolare, in cui ogni singolo fotogramma è stato realizzato a mano, grazie al lavoro di 125 veri artisti che hanno lavorato per ben 5 anni, producendo oltre 62.000 dipinti ad olio in stile vangoghiano, successivamente animati e montati in un lungometraggio della durata di 80 minuti. È il primo film nella storia del cinema creato con questa tecnica, che per la precisione consiste in una postproduzione che trasforma in “pittura animata” i fotogrammi delle scene realmente girate da attori. Secondo alcuni esperti, ogni secondo del film conterrebbe almeno 12 tele dipinte a mano, numeri davvero impressionanti.

I personaggi principali, che hanno effettivamente vissuto all’interno dell’universo delle opere di van Gogh, sono stati interpretati dagli attori Douglas Booth (che ha interpretato Armand Roulin), Eleanor Tomlinson (nei panni di Adeline Ravoux), Jerome Flynn (che ha impersonato il dottor Gachet), mentre lo stesso Van Gogh è stato interpretato dall’esordiente Robert Gulaczyk.

Il film su Vincent van Gogh, genio dell’arte di fine Ottocento ed esponente per eccellenza della pittura espressionista, è stato diretto e sceneggiato da Dorota Kobiela e Hugh Welchman e si snoda attraverso il racconto dei suoi splendidi dipinti e delle oltre 800 lettere scritte dall’artista, nelle quali si coglie uno stato d’animo controverso, causato dai diversi tragici eventi che hanno caratterizzato la sua esistenza e che probabilmente lo hanno portato alla prematura scomparsa. “Non possiamo che esprimerci e raccontarci che attraverso i nostri dipinti”, ha scritto l’artista olandese in una delle lettere ritrovate, concetto dal quale gli sceneggiatori sono partiti per mettere in piedi questa assoluta novità cinematografica.

Nessun altro artista, probabilmente, ha mai dato origine a così tanti misteri e tante leggende come Vincent van Gogh ed è per questo che Loving Vincent si propone come un racconto poetico che si sviluppa attraverso vari linguaggi: quello dell’arte, della pittura e della tecnologia.

Ecco il trailer del film:

TRAILER – LOVING VINCENT

Continua a seguirci per scoprire altri appuntamenti dedicati all’arte e al design e per non perderti le ultime novità e gli ultimi trend che i nostri esperti di trendwatching hanno individuato!
Siamo su Facebook, Instagram, LinkedIn, Pinterest e su YouTube, con nuovi video!