Perchè l’Africa influenzerà i trend del futuro?

 


La società contemporanea è caratterizzata da continui e significativi cambiamenti nel corso degli anni che determinano nuovi usi e costumi , di riflesso, influenzano l’andamento delle tendenze, in ogni campo di applicazione.

In questo articolo parleremo di come la cultura Africana influenzerà i trend del futuro, tenendo presente la forza con la quale questo continente stia emergendo e continuerà a farlo durante i prossimi anni. In questo primo periodo dell’anno, infatti, durante le attività di trendwatching del nostro team, è risultata molto interessante la massiccia presenza di elementi estetici legata alla cultura africana (nella Gallery in copertina alcuni scatti dal Maison&Objet 2018) che ci ha portati ad approfondire e cercare di capire le ragioni per le quali questi trend africani saranno protagonisti nel futuro. 

The future is urban

Il fenomeno dell’urbanizzazione è certamente il più significativo degli ultimi 10 anni e, probabilmente, continuerà ancora ad esserlo nel prossimo futuro. Ad oggi, oltre metà della popolazione mondiale vive in grandi città e metropoli e, qualora questo trend continuerà il proprio percorso, si giungerà al punto in cui entro la fine del XXI secolo circa l’85% del genere umano vivrà in centri urbani.

Perché questa tendenza all’urbanizzazione sta influenzando ogni aspetto della società contemporanea?

Per avere un quadro completo, facciamo un passo indietro, agli anni ’50, periodo storico in cui meno del 30% della popolazione viveva in grandi città. Di fatto le metropoli non esistevano (nessuna città ospitava 10 milioni di abitanti – solo Londra e New York raggiungevano gli 8 milioni circa) e la maggior parte della popolazione si concentrava in centri rurali e agricoli. Con l’avvio dell’industrializzazione, lo spostamento di persone verso i centri urbani è stato sempre più rapido e intenso tant’è che oggi contiamo ben 37 metropoli con milioni di abitanti (si pensi che l’area di Tokyo ne conta ben 38 milioni) e solo in Cina ben 100 città hanno superato il milione.

Cosa succede nel continente Africano?

Questo fenomeno non dà segni di rallentamento e in ogni continente provoca effetti differenti portando a mutare, a volte anche profondamente, alcuni aspetti della società. Ad oggi, il continente Africano è certamente quello nel quale, per una serie di avvenimenti, si sta registrando un forte progresso. C’è aria di nuove sfide, di novità nel campo dell’economia, della cultura e della politica che si riflettono inevitabilmente nella società attraverso cambiamenti che riguardano anche l’estetica – moda e design in primis.

Vi è, infatti, un’attenzione sempre maggiore da parte dei grandi brand nei confronti del continente africano, tanto attraverso iniziative in loco quanto nei confronti della cultura africana rappresentata nel resto del mondo (vedremo più avanti alcuni interessanti esempi di come questa tendenza si stia sviluppando in maniera esponenziale).

Cerchiamo, quindi in questo articolo, di delineare le principali ragioni per le quali pensiamo che l’Africa possa, nei prossimi anni, dettare diversi trend che sicuramente andranno ad influenzare anche ambiti come l’estetica – dal design al mondo fashion

Abbiamo individuato 4 “forze propulsive” che fanno dell’Africa il continente emergente per eccellenza:

1. Africa rising. Il risveglio della società africana
2. Proud. L’orgoglio di rappresentare l’Africa nel mondo
3. The green challenge. La voglia da parte dell’Africa di vincere la sfida dell’ecosostenibile e rinnovabile.
4. Technology. Lo sviluppo tecnologico è in fortissima ascesa.

Si tratta di una serie di indicazioni che, grazie ad alcuni esempi pratici, ci possono aiutare a capire alcune delle numerose ragioni che fanno pensare al continente africano come trend-setter del futuro.

1. Africa rising

L’aspetto economico è sicuramente uno dei fattori principali che sta spingendo l’Africa verso una netta risalita. Dati alla mano, l’Africa ha registrato una crescita economica dell’1,3% nel 2016 e del 2,3% nel 2017 (World Bank data). Un trend di crescita chiaramente positivo che, sebbene vada ancora a scontrarsi con alcuni ostacoli dovuti a idee politiche tradizionaliste, sta tracciando un solco divisorio importante con il passato, volto ad inaugurare una nuova era per l’intero popolo africano.

Anche sul fronte politico ci sono stati avvenimenti molto significativi, grazie ai quali nuove sfide di rinnovamento sono state intraprese. Ciò che sta emergendo da questa prima tendenza è, quindi, una continua ricerca del “nuovo”, che si stacchi dagli standard del passato e che si basi su ciò che potremmo definire “The New African Way”, come in una sorta di re-branding del continente africano ad impatto, però, mondiale.

foto Trend Africa 2018 - Tosilab (5)

Scatto dal Maison&Objet 2018 – Tosilab

2. Proud

Il 2017 è stato caratterizzato da una forte discussione sul tema dell’immigrazione il quale, vista la delicatezza, ha sensibilizzato l’opinione pubblica, ma nel contempo ha anche polarizzato. È per questo che, in maniera sempre crescente, personaggi pubblici, politici e persino celebrità – africani e non – si sono cimentati nel trattare l’argomento, schierandosi in maniera netta contro la discriminazione di razza e di cultura. 

Possiamo parlare, quindi, di una “hyper-awareness” nei confronti delle proprie origini da parte del popolo africano. Si tratta di una sorta di orgoglio etnico crescente, che sta portando i grandi brand ad adattare e in molti casi rimodellare le proprie attività, soprattutto comunicative, per andare incontro a questa tendenza, coltivata e diffusa dal popolo africano stesso tanto all’interno dei propri confini quanto all’estero.

Non è un caso se un top brand come Nivea, nel luglio del 2017, abbia collaborato con Luduma Ngxokolo, celebre fashion designer africano, per la campagna promozionale di un deodorante. Di non meno importanza la nuova piattaforma digitale della BBC, lanciata ad ottobre 2017, in lingua anglo-africana, per la diffusione di notizie e intrattenimento tv per l’est e il centro Africa.
Altro esempio interessante dal celebre marchio di trasposto internazionale, la DHL, che ha instaurato una partnership con alcuni dealer per la creazione di drop-off points negli Stati Uniti per il commercio e trasporto di prodotti provenienti dall’Africa.

Sempre più attenzione verso l’Africa, quindi, non solo nel continente stesso ma anche nel resto del mondo, laddove nei secoli la popolazione africana si è sempre più spostata.

foto di Luduma - African fashion designer

Luduma Ngxokolo – African Fashion Designer testimonial per Nivea – 2017

3. The green challenge

Una delle grandi opportunità che l’Africa ha in questo avviato percorso di forte sviluppo è certamente rappresentata dalla sfida al mondo occidentale sulla sostenibilità ambientale. Imparare dagli errori delle nazioni più sviluppate in tema di danni all’ambiente e inquinamento per tentare di rendere l’Africa un continente green e poter diventare in futuro un continente modello sul tema ambiente, molto attuale visti gli sviluppi allarmanti dell’ultimo ventennio. Una sfida, di fatto, già cominciata per diverse nazioni africane.

Un esempio su tutti, l’isola di Capo Verde che si è impegnata ad ottenere il 100% del fabbisogno energetico da fonti completamente eco-sostenibili e rinnovabili entro il 2025 (Obiettivo finanziato dal programma SDG – Sustainable Development Goals dell’ONU). 

Il futuro, in Africa, si prospetta essere sicuramente green.

4. Technology

Altro grande trend legato al continente africano, riguarda il mondo della tecnologia. Si prevede che nel 2018 le cosiddette “smart technologies” raggiungeranno il loro apice di diffusione in Africa; ragion per cui oggi il continente risulta essere il luogo ideale per start-up e aziende che stanno sperimentando prodotti e servizi ultra tecnologici.
Tanti gli esempi a conferma di questa tendenza: 
nell’Ottobre 2017 in Somalia è stato aperto iRise Hub, il primo Innovation Hub, interamente dedicato alle startup africaneFacebook ha fatto ingente investimento nella formazione digitale di 50 mila studenti nigeriani e ha fondato il TechCrunch Startup Battlefield in Kenya, un luogo di incontro e ispirazione per startup, sviluppatori, influencers e giovani imprenditori in procinto di investire nel campo della tecnologia; per concludere, un altro colosso del web come Google, ha annunciato di voler costruire il primo Launchpad Space – un luogo di incontro tra sviluppatori e imprenditori con i vari team di Google –  fuori dagli Stati Uniti, in Africa.

foto Trend africa tecnology TechCrunch Startup Battlefield by facebook

Non è affatto casuale, quindi, che in più contesti il continente africano stia fortemente emergendo. Tra ripresa economica e cultura, sostenibilità e tecnologia, l’Africa avrà tanto da offrire nel prossimo futuro. Ecco perchè molte tendenze avranno certamente una forte influenza di matrice africana.

Nel prossimo articolo entreremo più nel dettaglio delle tendenze in campo estetico, parlando nello specifico della presenza dell’Africa nel mondo del design. Cercheremo di capire come l’estetica cambierà nei prossimi anni a seguito di tutte queste novità trainate dallo sviluppo considerevole che il continente africano sta attraversando.

Seguiteci sui social per non perdere altri articoli sui trend del design e diteci la vostra! Siamo su Facebook, LinkedIn, Instagram, Pinterest e YouTube