Tosilab
itesen
Share This
Tosilab
Scroll Down
//Yvonne Farrell e Shelley McNamara vincono il Pritzker Architecture Prize 2020

Yvonne Farrell e Shelley McNamara vincono il Pritzker Architecture Prize 2020

Tags :

Yvonne Farrell e Shelley McNamara, co-fondatrici di Grafton Architects, si sono aggiudicate il premio Pritzker Architecture per il 2020.

Farrell e McNamara sono state premiate “sia per l’integrità del loro approccio agli edifici, sia per il modo in cui gestiscono la propria attività”, ha dichiarato la giuria del Pritzker Architecture Prize.

Per la prima volta, il riconoscimento va in Irlanda, anche se il quarto vincitore della rassegna – Kevin Roche – era effettivamente originario di quel paese. Per la quarta e quinta volta, il prestigioso premio è stato assegnato a donne: le attuali vincitrici sono infatti state precedute da Zaha Hadid, unica assegnataria nel 2004, Kazuyo Sejima, che aveva vinto insieme a Ryue Nishizawa nel 2010, e Carme Pigem, vincitrice con Rafael Aranda e Ramón Vilalta nel 2017.

La giuria di quest’anno ha descritto il duo Farrell e McNamara come “pioniere in un ambito professionale tradizionalmente maschile” e “fonte di ispirazione grazie al loro esemplare percorso professionale”.

Già vincitrici della RIBA Royal Gold Medal per l’Architettura 2020 alla fine dello scorso anno insieme, Farrell e McNamara, co-fondatrici di Grafton Architects a Dublino nel 1978, hanno progettato edifici in tutto il mondo. Hanno vinto il premio World Building of the Year 2008 per l’Università Luigi Bocconi di Milano e il premio internazionale RIBA per il campus universitario UTEC a Lima, in Perù. Il campus della facoltà di medicina dell’Università di Limerick è stato invece selezionato per il premio Stirling 2013.

Nel 2018 le due progettiste erano a Venezia in qualità di direttrici della Biennale di Architettura. In quella occasione era stato Freespace  il tema che era stato assegnato alle 63 nazioni partecipanti, le quali, attraverso i loro padiglioni, erano state chiamate a reinterpretare gli spazi in maniera del tutto libera, basandosi sulle proprie radici culturali, le proprie identità nazionali e i propri stili. (qui l’articolo con la top 10 dei padiglioni dell’edizione 2018).

Oltre che per le realizzazioni di Grafton Architects, la giuria ha assegnato il premio a Farrell e McNamara per le modalità di gestione del loro studio e “la loro generosità verso i colleghi”.

“Nella pratica di un’attività come la nostra, abbiamo spesso faticato a trovare spazio per l’implementazione di valori come umanesimo, sapienza artigianale, generosità e legame culturale con ciascun luogo e contesto in cui lavoriamo. È quindi estremamente gratificante che questo premio ci venga conferito per la nostra modalità di gestione e per il corpus delle opere che siamo riuscite a realizzare in tanti anni. È anche un meraviglioso riconoscimento all’ambizione e alla visione dei clienti che ci hanno commissionato i nostri edifici e ci hanno permesso di realizzarli”. ha affermato McNamara.

La giuria che ha deciso per la vittoria di Farrel e McNamara era composta da:
Stephen Breyer, Chair
Martha Thorne, Executive Director
André Aranha Corrêa do Lago
Barry Bergdoll
Deborah Berke
Sejima Kazuyo
Benedetta Tagliabue
Wang Shu

Il Pritzker Architecture Prize è stato istituito nel 1979 per premiare il lavoro di architetti viventi ed è considerato uno dei più significativi riconoscimenti alla carriera.

Nel 2019 il premio era andato ad Arata Isozaki, che è considerato l’architetto giapponese più influente del dopoguerra, mentre era stato Balkrishna Vithaldas Doshi ad ottenerlo nel 2018. Tra i precedenti vincitori figurano Alejandro Aravena, Frei Otto, Rem Koolhaas, Norman Foster e Toyo Ito.

Grafton Architects

Grafton Architects è stata fondata nel 1978. Le direttrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara, entrambe laureate all’UCD, sono socie del RIAI, International Honorary Fellows del RIBA, e sono membri eletti di Aosdána, primaria associazione di artisti irlandese. Docenti presso la facoltà di architettura dell’University College di Dublino dal 1976 al 2002, sono state nominate professoresse aggiunte nel 2015. Sono titolari della cattedra Kenzo Tange alla GSD di Harvard e della cattedra Louis Kahn alla Yale University e visiting professor all’EPFL di Losanna, in Svizzera; all’Accademia d’Architettura di Mendrisio, in Svizzera, sono state nominate professoresse ordinarie nel 2013.

Sono state esaminatrici esterne presso numerose università tra cui la Cambridge University e la London Metropolitan School of Architecture. Oltre a conferenze pubbliche a Dublino (tra cui alla National Gallery of Ireland) e all’estero (tra cui alla Royal Academy di Londra), hanno tenuto lezioni presso numerose facoltà di architettura europee e americane.

Ecco alcune delle loro più celebri architetture:

 

Che ne pensate di questa assegnazione? Seguiteci e commentate i nostri articoli su talking, il nostro blog. Seguiteci su Facebook, LinkedIn, Instagram, Pinterest e YouTube.

  • 0 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Contacts
Close